calcola la tua IMU

18 dic

Si possono mettere i pannelli solari in condominio?

Impianto fotovoltaicoPuò il proprietario di un appartamento in condominio decidere di installare dei pannelli fotovoltaici ad uso esclusivo proprio sul tetto del condominio?
L’opinione comune vorrebbe che la decisione del singolo venga discussa ed eventualmente ratificata nell’assemblea condominiale come per tutte le altre decisioni. In realtà il caso specifico è diverso è non rientra in queste modalità di discussione. La decisione di installare dei pannelli fotovoltaici per uso proprio in aree comuni spetta esclusivamente al proprietario dell’appartamento interessato e l’assemblea non può porre veto alla decisione. A stabilirlo è stata una recente sentenza del Tribunale di Milano (n° 11.707 del 7 ottobre 2014) che ha preso in considerazione le riforme ai regolamenti condominiali introdotte nel 2012. Leggi il resto di questo articolo »

17 dic

Gli acquisti online sono sicuri?

donna davanti a pcL’utilizzo di internet per gli acquisti sta conoscendo un’espansione sempre più forte anche nel nostro paese. L’aumento dell’utilizzo ha però richiesto l’intervento delle autorità competenti in materia di commercio elettronico per tutelare i cittadini che spesso si trovano a fare in conti con pratiche commerciali scorrette da più punti di vista. In particolare l’Antitrust e la Commissione Europea hanno deciso di intervenire a favore dei consumatori per quanto riguarda il pagamento di servizi offerti gratuitamente in un primo momento e a pagamento dopo il periodo promozionale. Nel caso specifico le due autorità hanno stabilito che il servizio potrà diventare a pagamento solo dopo una sottoscrizione da parte del cliente e non potrà quindi essere attivata in automatico alcuna forma di abbonamento. Il provvedimento è già parte di una direttiva europea recepita anche del nostro paese che sta trovando però difficile attuazione in molti dei servizi offerti online.  Leggi il resto di questo articolo »

16 dic

Scuola, prepensionamenti e pensioni

salle de classeLa Legge di Stabilità ha sancito una novità importante per i lavoratori del settore scolastico che decideranno di effettuare domanda di pensione alla prossima scadenza del 15 gennaio (data ultima per la presentazione delle domande). Sono state infatti abolite alcune penalizzazioni che interessavano coloro che effettuavano domanda di pensione senza aver raggiunto l’età anagrafica minima, che consisteva nel trattenimento dell’1% dell’assegno pensionistico per i primi due anni, cifra raddoppiata per ogni ulteriore anno fino al raggiungimento dei 62 anni di età.

Tuttavia non tutti potranno beneficiare di questo sconto, ma solo coloro che raggiungeranno la soglia d’età per la pensione entro il 2017. Non varia invece la norma che prevede il termine fino a due anni per la ricezione del trattamento di fine rapporto, nel caso di richiesta di pensione anticipata. Leggi il resto di questo articolo »

15 dic

Mini sanatoria per le cartelle Equitalia

worried manAnche se non è una vera e propria sanatoria, la decisione della Camera ne ha tutti gli aspetti.

La mini-sanatoria è stata introdotta con gli emendamenti alla Legge di Stabilità e prevede la cancellazione d’ufficio di tutte le cartelle di pagamento emesse da Equitalia con importi inferiori ai 300 euro, a partire dal prossimo anno. Saranno inclusi tutti i debiti maturati nei confronti dell’Agenzia delle Entrate da più di tre anni. Si tratta di una mole di cartelle non indifferente, che secondo le prime stime potrebbe interessare il 70% dei pagamenti attualmente in sospeso.

Abbiamo detto che non si tratta di una vera e propria sanatoria nei confronti dei debiti contratti dai cittadini perché in realtà l’operazione è stata pensata per far risparmiare tempo e risorse agli enti locali e statali, che ogni tre anni si trovano a fare i conti con la comunicazione di Equitalia sulle cartelle non riscosse. Questa comunicazione si rende necessaria in quanto trascorso il periodo suddetto, le mancate entrate vengono ascritte nei bilanci degli stessi enti come perdite, in quanto si ritiene che superata la soglia dei tre anni ne diventi impossibile la riscossione. Leggi il resto di questo articolo »

12 dic

Cartella medica elettronica … la privacy?!

shutterstock_24885076Argomento delicato: nuove tecnologie e privacy. La conservazione e l’accesso dei dati clinici dei pazienti è stata pensata per far comunicare in tempo reale tutti i medici coinvolti nella cura di un paziente. Insomma, meno sprechi di tempo, storia clinica pronta all’istante, montagne di carta risparmiate.

C’é un “però”: il Garante per la Tutela dei Dati Personali ha deciso di intervenire in relazione ai dati sensibili dei malati.
La comunicazione, diffusa a fine novembre, muove i passi da un caso riguardante l’Azienda Ospedaliera Sanitaria S. Orsola Malpighi di Bologna. Ovviamente, potrebbe ben presto avere ripercussioni generali su tutti gli ospedali nazionali. Leggi il resto di questo articolo »

11 dic

Bancomat per acquisti online

shutterstock_70491481Ricapitoliamo. Serve farlo anche per le operazioni quotidiane che ci sembrano più scontate: oggi, chi vuole effettuare pagamenti in rete ha solo cinque possibilità, variabili a seconda del sito scelto:

1.il pagamento con carta di credito

2.tramite carte prepagate

3.con bonifico

4.alla consegna

5.con trasferimento di denaro (ad esempio PayPal).

Dal prossimo mese di marzo è in arrivo un’importante novità. I pagamenti online potranno essere effettuati anche con la carta di debito Bancomat. Leggi il resto di questo articolo »

10 dic

Imu sui terreni, pagamento prorogato?

terreniCome sappiamo, la scadenza per il pagamento dell’Imu (Imposta municipale unica) è fissata al 16 dicembre. Ma quello dell’imposta sui terreni, quantificato in base all’uso e alla collocazione degli stessi, sta suscitando enormi dubbi e perplessità, che porteranno molto probabilmente a una proroga della scadenza.

Tra le principali fonti di ambiguità c’è l’impossibilità, in molti casi, di identificare immediatamente l’altezza dei terreni e quindi di stabilire chi debba pagare e chi no. Per convenzione, si è deciso di adottare come modalità di valutazione l’ubicazione media del comune, senza considerare il caso specifico del terreno interessato. Secondo questo parametro, a corrispondere l’imposta dovrebbero essere 4.000 comuni, mentre sarebbero esenti da essa i 1.578 collocati al di sopra dei 600 metri. Per quanto riguarda invece i restanti 2.568 centri abitati, situati tra i 281 e i 650 metri sul livello del mare, a pagare dovranno essere solo quei proprietari che non utilizzano i terreni per attività professionale legata all’agricoltura. Esentati quindi tutti gli allevatori e coltivatori diretti. Leggi il resto di questo articolo »

9 dic

Tasse, pagamento in opere d’arte, mobili antichi e immobili

TMancate di liquidità per saldare le imposte ma siete in possesso di beni di valore? Sappiate che potete pagare i vostri debiti anche in opere d’arte, mobili antichi oppure immobili. Lo Stato ha deciso infatti di agevolare il pagamento delle tasse, offrendo come alternativa alla somma di denaro la cessione di alcuni tipi di beni.

In realtà questa specie di baratto fra Pubblica Amministrazione e debitore non è una novità assoluta. La legge che la contempla risale a ben trent’anni fa, tuttavia di fatto non è mai stata applicata. E oggi il Governo ha pensato di rispolverarla, di modo da garantire nuove entrate alle casse statali. Questa soluzione avvantaggia sia il cittadino che lo Stato. Da un lato, infatti, il primo riesce a estinguere il proprio debito verso la Pubblica Amministrazione; dall’altro il secondo entra in possesso di beni che vanno ad arricchire il patrimonio storico e artistico italiano. Le opere d’arte e gli immobili, in questo caso, diventano beni dall’elevato valore finanziario, spendibile non soltanto nei mercati tradizionali, ma anche in quello antiquario e dell’arte. Quest’ultimo, infatti, ha da tempo interesse solo ad acquisti ai fini di investimento e può pertanto sfruttare i beni suddetti come crediti. Leggi il resto di questo articolo »

5 dic

Impianti solari: beni mobili o immobili?

Impianto fotovoltaicoGli impianti solari sono da considerare beni mobili o beni immobili? La questione è di notevole importanza per tutti i possessori di questo tipo di impianto, in quanto la diversa attribuzione comporta una modifica importante sulle imposte da versare.

Stando alla precisazione effettuata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, gli impianti fotovoltaici sono beni immobili e in quanto tali sono soggetti a tutte le imposte degli altri immobili, come ad esempio le abitazioni.

Esistono però delle eccezioni: se di potenza inferiore ai 3 kWh gli impianti alimentati ad energia solare sono da considerarsi beni mobili, così come nel caso in cui non aumentino di più del 15% il valore catastale di un immobile, nel caso siano collocati presso un edificio. Leggi il resto di questo articolo »

4 dic

Cosa cambia davvero con il Jobs Act

ItaliaDi Jobs Act si sente parare da diversi mesi, con prese di posizioni, promesse, proteste e smentite. Cosa cambia davvero con l’introduzione della nuova riforma del lavoro?

La riforma del lavoro entrerà in vigore dal prossimo primo gennaio (almeno per alcune norme) e apporterà molte modifiche rispetto alla situazione attuale. Alcuni punti in particolare saranno modificati sostanzialmente, salvo retrocessioni dell’ultima ora che nelle intenzioni del Governo non sono però previste. La norma, all’attuazione in Senato, sarà convertita in legge dopo una discussione che si preannuncia breve, e sarà poi applicata nella sua totalità entro il primo semestre 2015.

La prima parte che verrà approvata è quella riguardante le modifiche all’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, che prevede l’introduzione dei contratti “a tutele crescenti” cioè con minori tutele per i giovani ed i neoassunti. Successivamente sarà messa in campo la parte relativa ai vari ammortizzatori sociali, in modo da rendere attuative entrambe le modifiche negli stessi tempi. Leggi il resto di questo articolo »