calcola la tua IMU

18 apr

TASI, il danno e la beffa

TL’abolizione dell’Imu, la tanto odiata tassa sugli immobili, aveva fatto esultare molti proprietari di abitazioni del nostro Paese e garantito il loro sostegno elettorale alle forze politiche che ne avevano fatto una bandiera.

Non a caso, la questione è stata al centro del dibattito pubblico per diversi mesi, rinvigorito quasi quotidianamente dalla condotta schizofrenica dell’esecutivo Letta al riguardo.

Finito il clamore e il caos intorno alla vicenda, è lecito domandarsi quanto, a conti fatti, la vecchia Imu e la tassa introdotta in parte per sostituirla, la Tasi, stiano gravando sulle tasche degli italiani e se, dopo tutto questo scompiglio, il contribuente ci stia rimettendo oppure no rispetto al passato. Leggi il resto di questo articolo »

17 apr

I primi dati sul provvedimento 80 euro

carrello con banconoteI primi dati sul provvedimento “80 euro”.

Il taglio mensile di ottanta euro nella tassazione che riguarda le buste paga dei dipendenti è ormai diventato il simbolo dei provvedimenti del governo guidato dal premier Matteo Renzi, anche grazie all’impatto diretto su migliaia di lavoratori ed alla facilità di comprensione.

La Cgia di Mestre, l’associazione di imprese ed artigiani che pubblica periodicamente studi relativi alla situazione economica del paese, ha studiato a fondo il provvedimento per ipotizzarne l’effettivo impatto sulla vita dei cittadini. Vediamo i principali dati emersi. Leggi il resto di questo articolo »

16 apr

Ripartono le riscossioni di Equitalia

shutterstock_126106412Dopo lo stop dell’emissione delle cartelle emesse dall’ente di riscossione dei crediti per la sanatoria, dal sedici aprile dovrebbe riprendere la regolare emissione delle richieste di pagamento da parte di Equitalia.

Il condizionale è d’obbligo, perchè la ripresa dell’emissione potrebbe incappare in una sorte di “buco normativo”, in quanto pur essendo stati prolungati i tempi per l’adesione alla sanatoria (il limite di tempo è stato spostato al 31 maggio), non è stato invece emesso alcun provvedimento per il blocco dell’emissione di nuove cartelle. Leggi il resto di questo articolo »

15 apr

Le misure del Def del governo Renzi

shutterstock_131679074Il governo Renzi ha da poco varato il Def, il decreto economico finanziario che delinea la politica economica del governo per il prossimo triennio. Vediamo le principali misure previste.

80 euro: la riduzione dell’imposta Irpef porterà un aumento di circa 80 euro mensili nelle buste paghe dei lavoratori dipendenti. È prevista l’entrata in vigore dal prossimo 27 maggio ed è il provvedimento ormai assunto come simbolo della politica del premier Matteo Renzi. Complessivamente dovrebbe costare  circa 6,7 miliardi per il solo 2014, ma la riduzione continuerà anche nel biennio successivo.  Tuttavia si sono sollevate diverse polemiche in quanto lo sconto escluderebbe di fatto coloro che non sono tenuti a pagare l’Irpef poichè possiedono un reddito molto basso; per queste persone il governo starebbe valutando un bonus da attribuire in maniera diversa. Leggi il resto di questo articolo »

14 apr

Prezzi delle case 2013 in caduta libera…2014 in risalita

chiavi e casettaLa tendenza era già stata evidenziata dagli studi effettuati alla fine degli anni scorsi.

I dati emersi sul 2013 non hanno fatto che peggiorare quanto già detto: lo scorso anno ha visto una caduta importante dei prezzi delle case, che ha raggiunto il -5,3%, raddoppiando di fatto la quota negativa già stabilita nel corso dell’anno precedente (-2,8%).

Un’ulteriore notizia negativa è stata comunicata dall’Istat: la compravendita degli immobili ad uso abitativo è calata toccando il -9,2% nel corso del 2013. Leggi il resto di questo articolo »

11 apr

Costi di roaming, stop dall’Unione Europea

donna al cellulareSembrerà strano, in tempi di antieuropeismo diffuso. Ma, proprio in queste ore, l’UE sta prendendo delle decisioni per migliorare concretamente la vita quotidiana dei suoi cittadini.

Chiariamo subito di cosa si tratta. Si chiama roaming la tassa con la quale tutti gli utilizzatori di telefoni sono costretti a fare i conti quando, viaggiando all’estero, decidono di utilizzare il proprio telefono cellulare per effettuare chiamate internazionali. La maggior parte degli operatori prevede un costo aggiuntivo per l’utilizzo del cellulare all’estero, infatti, e questi costi variano notevolmente a seconda del proprio piano tariffario. Leggi il resto di questo articolo »

10 apr

Co.co.co e co.co.pro., avranno la pensione?

shutterstock_81556762Buone notizie per una fetta del mondo del precariato italiano. Si tratta dei cosiddetti lavoratori “atipici”, numerosissimi specialmente in questi anni di contrazione economica e di vera e propria giungla legislativa relativa al mondo del lavoro.

A mettere nero su bianco le novità è una recente sentenza emessa dal Tribunale di Bergamo (941/2013) che ha sancito l’applicazione del principio di automaticità, che collega gli anni di lavoro ai contributi versati, anche ai lavori cosiddetti atipici (ma non quelli “senza cassa”). Leggi il resto di questo articolo »

9 apr

80 euro in più in busta paga. Chi sono i beneficiari?

shutterstock_131679074Nella sua conferenza stampa di insediamento, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha promesso che entro maggio le buste paga dei lavoratori dipendenti aumenteranno di 80 euro al mese. Le prime reazioni sono state di perplessità; la domanda era (ed è): dove prenderà i soldi necessari?

Pier Carlo Padoan, il Ministro dell’Economia, ha assicurato che il Governo riuscirà a rispettare gli impegni presi e ad aumentare gli stipendi dei dipendenti che percepiscono fino a 25mila euro lordi all’anno.

La cifra complessiva annuale che entrerà nelle tasche dei beneficiari sarà di 960 euro in più e potrebbe essere una vera e propria manna dal cielo per chi percepisce stipendi bassi. Il provvedimento riguarda infatti i dipendenti che percepiscono fino a 1500 euro al mese, per un totale di circa 10 miliardi di euro. Leggi il resto di questo articolo »

8 apr

Ancora strada per la parificazione dei figli

four facesCon la L. 219/2012 sparisce la distinzione tra figli legittimi e figli naturali: tutti i figli sono uguali, senza alcuna distinzione di sorta. Con il D. lgs. 154/2013, entrato in vigore il 7 febbraio 2014, si è voluta, poi, eliminare ogni residua discriminazione rimasta nel nostro ordinamento fra i figli nati nel e fuori dal matrimonio, così garantendo la completa eguaglianza giuridica degli stessi.

Sparisce, inoltre, la potestà genitoriale, e viene introdotta, ai sensi dell’art. 316 bis c.c., la responsabilità dei genitori: i genitori hanno il dovere di mantenere, educare, istruire, e assistere moralmente i propri figli. I figli hanno il diritto di crescere in famiglia e di mantenere rapporti significativi con i parenti. Leggi il resto di questo articolo »

7 apr

Fine alle spese non previste per chi acquista

settore abbigliamentoÈ esperienza comune a molti consumatori quella di veder cambiare il prezzo di acquisto di un servizio o di un prodotto in fase di pagamento, spesso proprio a seconda della forma di pagamento utilizzata.

L’applicazione di costi diversi a seconda della modalità scelta (ad esempio contanti, bancomat o carta di credito) è piuttosto comune per gli acquisti effettuati online, ma non è rara nemmeno per gli acquisti “dal vivo”, come avviene ad esempio per le spese diverse applicate se si paga con carta di credito o in contrassegno per gli acquisti a distanza. Inoltre accade spesso che in fase di pagamento il consumatore veda comparire spese accessorie non specificate in precedenza, che talvolta fanno lievitare anche di molto il prezzo finale. Leggi il resto di questo articolo »